NAPOLI CASERTA ED IL NORD DEL VOLTURNO: LA CAMPANIA SCONOSCIUTA.

TOUR DI GRUPPO ALLA SCOPERTA DI NAPOLI E LA TERRA DEL ``FALERNO``

Tipologia

Tour di gruppo minimo 10 massimo 14 persone

Durata Tour

5 Giorni / 4 Notti

Località

Campania

 

 

«Edoné fa sapere: qui si beve per 1 asse; se ne paghi 2, berrai un vino migliore; con 4, avrai vino Falerno»

Quinto Fabio Massimo Verrucoso detto ``il Temporeggiatore``

Siamo all’incirca nel 212-211 a.C., le truppe cartaginesi si sono stanziate a Capua in attesa di rinforzi da Cartagine. Annibale, spazientito dalla condotta di Fabio Massimo (il Temporeggiatore) comandante delle legioni romane, sta mettendo a ferro e fuoco l’Ager Falernus. Da astuto stratega, decide di risparmiare dal saccheggio proprio un piccolo podere che Fabio Massimo possedeva nel Massico.

Date 2021:

17 – 21 marzo, 13 – 18 aprile, 5 – 9 maggio, 26 – 30 maggio, 9 – 13 giugno, 23 – 27 giugno, 7 – 11 luglio, 21 – 25 luglio

1 – 5 settembre, 8 – 12 settembre, 22 – 26 settembre, 13 – 17 ottobre, 27 – 31 ottobre, 10 – 14 novembre, 24 – 28 novembre

Napoli

La città vecchia Palepolis e la città nuova Neapolis ma in origine fu Parthenope, dal greco “Vergine”, la sirena affranta che si lasciò morire tra le onde per non aver saputo ammaliare con il suo canto l’eroe Ulisse, il suo corpo arenò sull’isola di Megaride dove sorge Castel dell’Ovo; ancora oggi sussiste la definizione partenopea riferita alla città ed ai napoletani.

La citta greco romana

a sua storia si presenta come un microcosmo di storia europea fatta di diverse civiltà che hanno lasciato tracce anche nel suo eminente patrimonio artistico e monumentale.

La Reggia di Caserta e Capua

La Reggia di Caserta e il suo parco: due gioielli di ineguagliabile splendore, sono stati inseriti nella World Heritage List dell’Unesco nel 1997. Progettata nel Settecento da Luigi Vanvitelli, su incarico di Carlo III di Borbone, la Reggia, che rappresenta il trionfo del barocco italiano.

L’anfiteatro di Capua è il secondo più grande dopo il Colosseo. Nato per ospitare i giochi gladiatori, deve la sua importanza anche al fatto che Capua fu sede delle più migliori scuole di gladiatori de tutta Roma.

Il Nord della valle del Volturno, terra di “Falerno”

Sessa Aurunca e Pietravairano. Due scrigni sconosciuti al turismo di massa, ma di assoluto pregio storico e artistico. Dalle testimonianze romane intatte a quelle gotiche e longobarde, due civiltà molto importante nella storia medievale del Sud Italia e così ancora presenti soprattutto nei territori interni.

Galleria e Mappa

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

(081) 551 00 90

CHIAMA ORA

Programma Tour

1° giorno - Arrivo a Napoli, Palazzo Reale e Megaride.

Arrivo a Napoli, trasferimento libero in hotel (per il servizio privato vedere la pagina “trasferimenti”). Pomeriggio dedicato alla visita con guida del Palazzo Reale di Napoli in Piazza del Plebiscito . La sua fondazione risale al 1600, fu la residenza storica dei viceré spagnoli per oltre centocinquanta anni, della dinastia borbonica dal 1734 al 1861, interrotta solamente per un decennio all’inizio del XIX secolo dal dominio francese con Giuseppe Bonaparte e Gioacchino Murat, e, a seguito dell’Unità d’Italia, dei Savoia, ceduto nel 1919 da Vittorio Emanuele III al demanio statale; è adibito principalmente a polo museale, in particolare gli Appartamenti Reali, ed è sede della biblioteca nazionale. Visita facoltativa e/o secondo disponibilità del Real Teatro San Carlo “…… Non c’è nulla in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la pallida idea. Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita………”, così si espresse Stendhal all’inaugurazione del Teatro nel 1817. Proseguimento per l’isola di Megaride e il suo Castel dell’Ovo, primo nucleo abitativo della baia del Golfo di Napoli. Cena in pizzeria tipica a base di calzone fritto, un must. Pernottamento.

2° giorno - I segreti di Napoli Intramoenia: i decumani

Prima colazione in hotel ed incontro con la nostra guida. Intera giornata dedicata alla visita della Napoli Greco-Romana: la Cattedrale di Napoli con la Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro dove sono custodite le reliquie del Santo; i meravigliosi dipinti di Luca Giordano, l’annessa basilica di Santa Restituta. Proseguimento per il decumano superiore del centro antico e visita del Pio Monte della Misericordia: sull’altare maggiore la grande tela di Caravaggio: “le sette Opere di Misericordia”; Proseguimento per il Complesso Monumentale di San Lorenzo: la chiesa dalle splendide forme gotiche e i suoi capolavori d’arte, i mosaici paleocristiani, l’area archeologica, in cui sono visibili i resti dell’antico Foro di Neapolis, è il più rilevante sito archeologico presente nel centro storico di Napoli. Pranzo libero. Si prosegue lungo uno dei cardini tra il decumano maggiore ed inferiore del centro antico per la visita del Museo Cappella San Severo: un gioiello dal patrimonio artistico internazionale, tra i capolavori: il Cristo velato. Proseguimento e visita del Complesso monumentale di Santa Chiara, tra i più importanti della città, in particolare: la Chiesa, il Chiostro maiolicato, il presepe napoletano. Proseguimento per ammirare la bellissima guglia dell’Immacolata: obelisco barocco situato in Piazza del Gesù di fronte all’omonima Chiesa. Pomeriggio visite e/o shopping facoltativi. Cena in una tipica osteria napoletana con piatti rigorosamente tradizionali. Pernottamento.

3° giorno - La Reggia di Caserta e Capua.

Prima colazione in hotel. Imbarco sul bus privato e proseguimento per la Reggia di Caserta. Arrivo, incontro con la guida e visita del complesso monumentale: è la residenza reale più grande al mondo, realizzata dall’architetto Vanvitelli, i proprietari storici sono stati i Borbone di Napoli; per un breve periodo è stata abitata dai Murat; visita degli appartamenti storici e del Parco Reale che si estende per 3 Km di lunghezza, una serie di suggestive fontane collegano il giardino all’italiana al giardino inglese: l’intero complesso è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’Umanità. Pranzo in ristorante nel centro storico di Caserta. Dopo il pranzo proseguimento per Santa Maria Capua Vetere, dove visiteremo il maestoso ed epico Anfiteatro campano dell’antica Capua. L’anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere, il secondo in ordine di grandezza tra tali tipi di monumenti nell’Italia antica dopo il Colosseo (m 165 sull’asse maggiore, m. 135 su quello minore a livello dell’arena), fu innalzato tra la fine del I e gli inizi del II secolo d.C. in sostituzione dell’arena meno capiente risalente ad età graccana, i cui resti sono stati individuati a Sud-Est. A partire dal periodo della dominazione sveva divenne cava di estrazione di materiali lapidei reimpiegati nella costruzione degli edifici della città. Parzialmente scavato tra il 1811 ed il 1860, fu definitivamente liberato dagli enormi ammassi di terra tra il 1920 ed il 1930, con numerosi successivi interventi di restauro conservativo nel tempo. Proseguimento per l’alta valle del Volturno ed il paese di Vairano Patenora. Cena in ristorante. Pernottamento presso la tenuta che ci ospiterà per due notti.

4° giorno - Sessa Aurunca e Pietravairano.

Prima colazione in hotel. Partenza in bus con la nostra guida locale per la cittadina di Sessa Aurunca. L’odierna Sessa Aurunca è l’antica Suessa, città degli Ausoni – Aurunci, popoli italici artefici di una grande civiltà. Nel IV secolo a.C. fu conquistata da Roma, della quale divenne Municipium nel 90 a.C.. In età imperiale la cittadina sessana visse certamente un periodo estremamente florido, tanto da essere definita da Cicerone: “lautissimum oppidum”, città ricchissima. Si visiteranno di quest’epoca: il teatro, il criptoportico, il ponte romano. Dal VI secolo fino al X secolo non si trova menzione in nessun documento storico della diocesi di Sessa, sede vescovile dal V secolo. Dopo l’oblio in cui cadde dal V al IX sec., dopo essere stata interessata alle vicende storiche di Capua, Salerno, Benevento e Gaeta, ritrova la sua importanza verso il XII sec. e riacquista un suo più definito ruolo tra il XIV e il XV sec. sotto il ducato dei Marzano: questi, infatti, Signori di buona parte di Terra di Lavoro e appartenenti ad una delle più potenti famiglie del Regno napoletano, fecero di Sessa la capitale dei loro feudi. Numerosi i siti monumentai di alto pregio storico e artistico: la Cattedrale, il Castello Ducale, il Borgo Superiore. Pranzo libero alla scoperte della numerosa ed ottima offerta culinaria ed enologica (questa è terra di Falerno). Nel pomeriggio proseguimento con la nostra guida verso Pietravairano. Questa visita sarà particolarmente emozionante per la visita del Teatro Tempio posto su Monte San Nicola, uno dei più belli e rari esempi di impianti del tipo teatro tempio del sud Italia e scoperto appena nel 2001. Sulla terrazza superiore troviamo il tempio, un edificio a pianta rettangolare detta tuscanica: è costituito da un’anticamera (pronao) che permette l’accesso a tre ambienti molto simili (cellae) dove, probabilmente, si trovavano le statue delle divinità adorate in questo luogo. Del teatro, posto a una ventina di metri più in basso, si conservano la cavea semicircolare, ricavata sfruttando il pendio naturale della collina, e la scaena (la struttura dov’era rappresentata la scenografia) situata lungo il margine meridionale della terrazza, rinforzata da quattro torrette. La cavea ha uno sviluppo lineare di circa 800 metri e si suppone avesse una capienza non superiore ai 2000 posti a sedere.

Rientro alla tenuta, relax e cena in ristorante. Pernottamento.

5° giorno - Rientro a Napoli e partenza.

Prima colazione in hotel. Rientro a Napoli col bus privato e partenza.

Servizi inclusi

  • Servizio bus come da programma
  • 2 pernottamenti bb in hotel 3* a Napoli
  • 2 pernottamenti bb in tenuta di campagna
  • 1 pranzo e 3 cene in trattorie tipiche, 1/4 di vino e 1/2 minerale incl.
  • Visite ed escursioni con guide come da programma
  • Iva

Servizi non inclusi

  • Ingressi
  • Mance
  • City tax
  • Tutto quanto non menzionato in “Servizi inclusi”

 

Per motivi non prevedibili l’ordine delle visite potrebbe subire variazioni
pur non alterandone il contenuto

Quota individuale di partecipazione in doppia valida per tutte le partenze 2021: € 715,00

 

 

17 – 21 marzo, 13 – 18 aprile, 5 – 9 maggio, 26 – 30 maggio, 9 – 13 giugno, 23 – 27 giugno, 7 – 11 luglio, 21 – 25 luglio

1 – 5 settembre, 8 – 12 settembre, 22 – 26 settembre, 13 – 17 ottobre, 27 – 31 ottobre, 10 – 14 novembre, 24 – 28 novembre

 

Supplemento singola: su richiesta.

Scopri altri Tours

I tesori di Napoli e Caserta

Napoli, Capri, Pompei e Costiera Amalfitana

Napoli e Baia

Napoli, Sorrento e Costiera Amalfitana

Ragione sociale, sede legale e operativa

  • MARYTOUR sas
    Marchio Depositato

  • Via Ferdinando del Carretto, 40/42 – 80133 Napoli

  • P. Iva 05281340637

  • C.C.I.A.A. Napoli 424271
  • Reg. Trib. Napoli n. 15866/87
  • Licenza Regione Campania n. 3616
  • R.C. Professionale Unipol n. 1/72929/319/121750184
  • Fondo di Garanzia GAV. Certificato A/69.373/2/2018

CONTATTACI

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Consulta la nostra politica di privacy alla seguente pagina Privacy Policy.

it Italian
X

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Nome Escursione (richiesto)

Numero Persone (richiesto)

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. Privacy Policy

Inizia chat
Contattaci su Whatsapp!
Ciao come possiamo aiutarti?